Stefano Angelini è il responsabile del nostro ufficio per i Servizi Educativi. Lo incontriamo in un ufficio tutto colorato, con un sacco di immagini appese e di fogli sulla scrivania. Il suo compito è raccontare con parole semplici quello che lui ha imparato con i suoi studi scientifici e le novità riguardanti il mondo marino. Ci spiega di essere stato molto fortunato con il lavoro: nell’anno di apertura dell’acquario lui festeggiava la laurea. Come conseguenza la scelta di entrare in questa struttura è stata quasi scontata, ma a lui piace davvero il lavoro che fa. Con l’atteggiamento “pacato” che lo contraddistingue inizia a raccontarci dei suoi primi giorni, di cui ricorda il cantiere ancora aperto, i luoghi in costruzione, la frenesia che pervadeva i corridoi e la progettazione di tutti gli spazi. Da subito si è buttato nel campo della didattica, ricoprendo questo ruolo per 23 anni.
Stefano sorride, mentre ricorda una delle esperienze che lui considera tra le più belle di tutti questi anni. Ci racconta di come abbia scoperto quanto il lavoro suo e dei suoi colleghi sia stato apprezzato al di fuori dell’azienda. Tanto che ha scoperto che l’Acquario di Genova era stato preso come modello dalle nuove strutture europee nascenti. Vedere tutte quelle persone estranee riunite a chiedere con interesse informazioni, dando in cambio un nuovo modo di vedere le cose e nuove idee lo ha riempito di orgoglio. Da quel momento il cammino è stato lungo e il lavoro svolto parecchio. Tra i tanti a cui ha lavorato ci nomina il progetto “Mr.Goodfish”, considerandolo particolarmente in linea con il proposito di sensibilizzazione e divulgazione che caratterizza il suo percorso. L’esito è stato sorprendentemente riuscito!